UN BLOG PER ASCOLTARE, OSSERVARE E CAMMINARE IN SILENZIO ... A BLOG FOR LISTENING, WATCHING AND WALKING IN SILENCE

giovedì 25 ottobre 2007

UNA PASSEGGIATA A TRIESTE


E' da poco passata l'alba. Esco per godermi la fresca aria mattutina di un'altra afosa giornata estiva, qui a Trieste. Piazza Unità d'Italia è deserta, come è raro vedere, con un leggero venticello che si arrampica lungo le pareti istoriate del Palazzo del Governo e scompiglia le bandiere di quello del Municipio, in fondo alla piazza. Raggiungo il molo dove un semaforo con il rosso e il verde dirige un traffico che non esiste. Sul lungomare, lunghe file di bitte sembrano eserciti di pedoni immobili. Mi affaccio sul mare luminoso e guardo la costa ancora celata da una pallida bruma. Lì c'è Miramare e più in là il Castello di Duino, dove la leggenda narra che il fantasma di una donna vaghi, come tutti noi, in cerca di pace. Mi incammino verso via S. Nicolò, resa famosa perchè frequentata da Joyce e Svevo, e raggiungo il Canale Grande. La mia passeggiata continua e, passato il Teatro Romano, mi immergo nei vicoli della Città Vecchia ( Zità Vecia ? ... No! vissuda) Qui, fra strade strettissime, un palazzo iper-moderno spicca ma non contrasta con l'antico. E' l'effetto di Trieste, da sempre porta girevole fra culture, popoli e idee. W. Heisenberg diceva che le idee più fruttuose nascono proprio all'intersezione di diversi stili di pensiero. Il tempo avanza e i passanti divengono sempre più frequenti. Entro in un celebre bar di queste parti dove una tabella posta sul muro annuncia che vi sono ben 72 modi di fare un caffè. Ecco un modo davvero ottimo di iniziare una nuova giornata !


It is just past sunrise. I go out to enjoy the fresh morning air of another humid summer's day, here in Trieste. Piazza Unità d'Italia is deserted, as it is rare to see, with a slight breeze that climbs along the decorated walls of the Palace of the Government and messes up flags of the Town Hall, at the bottom of the square. I reach the Pier where a traffic light, featuring alternating red and green lights, regulates a traffic that does not exist. Along the seafront, long lines of bollards seem armies of immovable pedestrians. I overlooking the "shining sea" and the coast, hidden by mist. There is Miramare and further Duino Castle, where a legend tells about a ghost of a woman who does not rest in peace, like all of us. I headed toward via S. Nicolò, made famous because attended by Joyce and Svevo, and I reach the Canale Grande. My walk continues, past the Roman Theater, in the narrow streets of the Old City. Here, an iper-modern building stands out but does not conflict with the antique ones. It is the effect of Trieste, always a revolving door among cultures, peoples and ideas. W. Heisenberg said that the most fruitful ideas are born at different styles of thought. Time advances and passers become increasingly frequent. I get in a famous bar of Trieste where a table placed on the wall announced that there are 72 ways to make a coffee. Here's an excellent way to start a new day!





































4 commenti:

Giorgio ha detto...

Complimenti Andrea. Il blog è semplicemente bellissimo !!! Inoltre è particolarmente apprezzato da me considerando che la famiglia di mia moglie è di Trieste ed io ho fatto il viaggio di nozze a Niagara Falls.

Pimpa ha detto...

Ciao Andrea! Grazie della visita, il tuo blog è davvero bello, complimenti, tornerò a trovarti!

Emmanuele ha detto...

Le parole hanno un'energia particolare, capace di far "vedere" e "sentire" ciò che l'autore sussurra nei suoi scritti... ebbene, leggendo la passeggiata a Trieste, ho percepito i passi e la loro eco in mezzo alle vie della nostra città ed è stata una bella emozione per me che ci vivo, posso immaginare come possa essere per chi, per un motivo o un altro, ritorni dopo averci vissuto o averla conosciuta profondamente, a questi è dedicata la mia poesia in triestino, italiano e spagnolo: "Picia mia" che si può trovare su Libero-Video, cercando "emmausb". Complimenti Andrea e grazie per le emozioni fattemi provare e per avermi citato nella bella passeggiata triestina... (Emmanuele Bonnes)

Andrea Fellegara ha detto...

Un grazie a tutti per i lusinghieri commenti. Mi sento molto onorato di aver ricevuto quello di Emmanuele, poeta e artista triestino fra i più affermati. Un abbraccio a tutti Andrea